CRÈME BRULÉE alla papaya aromatizzata all’arancia

Avete voglia di crème brulée ma credete che non sia ancora la stagione giusta? Prepariamola in versione estiva, con papaya e scorza d’arancio. Se volete, potete cucinarla in anticipo e conservarla in frigo per un paio di giorni, aggiungendo e caramellando lo zucchero appena prima di servirla.

créme brulée alla papaya aromatizzata all'arancia e vanigliabanner crème brulée

  • 500 ml di panna fresca
  • 200 gr di polpa di papaya
  • 1 arancia
  • 6 uova
  • 1 baccello di vaniglia
  • 150 gr di zucchero semolato

Papaya a dadini

Preriscaldiamo il forno a 180°

La papaya

Peliamo la papaya, eliminiamo i semi e la parte interna più coriacea e riduciamo 200 gr di polpa a dadini di circa 1/2 cm di lato. Condiamo i dadini con 2 cucchiai di zuchero e lasciamoli macerare in una ciotola di vetro o di ceramica.

scorza d'arancia

Panna aromatizzata

Versiamo la panna in un pentolino assieme ai semi e al baccello di vaniglia, la scorza di circa 1/5 di arancia e a 4 cucchiai di dadini di papaya. Facciamo cuocere a fuoco basso fino a raggiungere il sobbollore, poi spegniamo subito il fuoco e lasciamo intiepidire per qualche minuto.

latte panna vaniglia e scorza d'arancia

Uova, zucchero e panna 

Mentre la panna si intiepidisce, mescoliamo 6 tuorli e 90 gr di zucchero con l’aiuto di una frusta. Facciamo questa operazione lentamente a mano e fermiamoci appena il composto sia ben amalgamato: i tuorli non dovranno montare.

uova e zucchero


Ora, filtriamo la panna con un colino microforato, eliminando il baccello di vaniglia e la scorza d’arancia, poi passiamo al mixer la papaya cotta nella panna. Amalgamiamo la purea di papaya e la panna con le uova e lo zucchero, mescolando con la frusta  fino ad ottenere un composto omogeneo. Foderiamo il fondo di 4 pirottinidi ceramica capienti circa 170 ml con i dadini rimasti di papaya (non vi preoccupate se una volta versato il composto tenderanno a salire) Continuiamo a mescolare il composto fino al momento di versare il tutto nei pirottini.

composto filtrato per crème brulée alla papaya

Tutto in forno!

Ora, versiamo il composto nei pirottini, riempendoli fino a circa 1 cm scarso dal bordo, adagiamoli nel fondo di una teglia e anneghiamoli nell’acqua bollente fino a 3/4 della loro altezza. Cuociamo in forno a bagnomaria a 180° per circa 1 ora. Quando la superfice della crema inizierà a imbrunirsi spegnete il forno, aprite la porta e lasciate raffreddare, poi mettete in frigo per almeno 30 minuti.

cannello da cucina

Fuoco e fiamme!

Poco prima di servire, copriamo la superficie con lo zucchero semolato per uno spessore di un paio di millimetri e procediamo con la caramellizzazione con un cannello da cucina. Partiamo dai bordi e dosiamo bene la fiamma. Fermiamoci ogni 3-4 secondi e roteiamo i pirottini per distribuire il caramello facendo attenzione a non bruciare lo zucchero. Appena lo zucchero avrà formato una crosta brunita e compatta, serviamo subito.

crème brulée alla papaya prima della cottura e durante la caramellizzazione dello zucchero


CRÈME BRULÉE alla papaya aromatizzata all'arancia
Autore: 
Categoria: DOLCI
Cucina: FRANCESE
Preparazione: 
Cottura: 
Tempo totale: 
Dosi per: 4
 
Avete voglia di crème brulée ma credete che non sia ancora la stagione giusta? Prepariamola in versione estiva, con papaya e scorza d'arancio. Se volete, potete cucinarla in anticipo e conservarla in frigo per un paio di giorni, aggiungendo e caramellando lo zucchero appena prima di servirla.
Ingredienti
  • 500 ml di panna fresca
  • 200 gr di polpa di papaya
  • 1 arancia
  • 6 uova
  • 1 baccello di vaniglia
  • 150 gr di zucchero semolato
Istruzioni
  1. Preriscaldiamo il forno a 180°
  2. LA PAPAYA - Peliamo la papaya, eliminiamo i semi e la parte interna più coriacea e riduciamo 200 gr di polpa a dadini di circa ½ cm di lato. Condiamo i dadini con 2 cucchiai di zuchero e lasciamoli macerare in una ciotola di vetro o di ceramica.
  3. PANNA AROMATIZZATA - Versiamo la panna in un pentolino assieme ai semi e al baccello di vaniglia, la scorza di circa ⅕ di arancia e a 4 cucchiai di dadini di papaya. Facciamo cuocere a fuoco basso fino a raggiungere il sobbollore, poi spegniamo subito il fuoco e lasciamo intiepidire per qualche minuto.
  4. UOVA, ZUCCHERO E PANNA - Mentre la panna si intiepidisce, mescoliamo 6 tuorli e 90 gr di zucchero con l'aiuto di una frusta. Facciamo questa operazione lentamente a mano e fermiamoci appena il composto sia ben amalgamato: i tuorli non dovranno montare.Ora, filtriamo la panna con un colino microforato, eliminando il baccello di vaniglia e la scorza d'arancia, poi passiamo al mixer la papaya cotta nella panna. Amalgamiamo la purea di papaya e la panna con le uova e lo zucchero, mescolando con la frusta fino ad ottenelre un composto omogeneo. Foderiamo il fondo di 4 pirottini di ceramica capienti circa 170 ml i dadini rimasti di papaya (non vi preoccupate se una volta versato il composto tenderanno a salire) Continuiamo a mescolare il composto fino al momento di versare il tutto nei pirottini.
  5. TUTTO IN FORNO! - Ora, versiamo il composto nei pirottini, riempendoli fino a circa 1 cm scarso dal bordo, adagiamoli nel fondo di una teglia e anneghiamoli nell'acqua bollente fino a ¾ della loro altezza. Cuociamo in forno a bagnomaria a 180° per circa 1 ora. Quando la superfice della crema inizierà a imbrunirsi spegnete il forno, aprite la porta e lasciate raffreddare, poi mettete in frigo per almeno 30 minuti.
  6. FUOCO E FIAMME! - Poco prima di servire, copriamo la superficie con lo zucchero semolato per uno spessore di un paio di millimetri e procediamo con la caramellizzazione con un cannello da cucina. Partiamo dai bordi e dosiamo bene la fiamma. Fermiamoci ogni 3-4 secondi e roteiamo i pirottini per distribuire il caramello facendo attenzione a non bruciare lo zucchero. Appena lo zucchero avrà formato una crosta brunita e compatta, serviamo subito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti è piaciuta?: